Android ha un difetto di sicurezza relativo alle foto

Ci sono molti casi che conosciamo di fotografie compromesse che hanno messo nei guai certe persone, specialmente celebrità. In questi casi è sempre comune parlare di attacchi informatici sui dispositivi mobili. Ebbene, secondo un'analisi di Attenzione, un'azienda che sviluppa app per Sicurezza Android, qualsiasi applicazione a cui diamo accesso a Internet può scatta le nostre foto y copiali su qualsiasi server pubblico o privato. Ovviamente si tratta di una notizia che preoccupa molto gli utenti Android interessati al sicurezza dei file del nostro dispositivo. La maggior parte delle applicazioni ci chiede l'autorizzazione per connettersi a Internet quando la installiamo. Il che significa che tutti hanno accesso alle nostre foto e possono essere copiandoli a qualsiasi server su Internet. Quindi, possiamo renderci conto di quanto sia facile per a sviluppatore malevolo è fatto con le nostre immagini, e tutto in un modo relativamente semplice.

Questo errore Android è stato rilevato dal team di Attenzione, creatore di applicazioni di sicurezza. In tutti i dispositivi che hanno potuto testare, non hanno trovato nessuno chiede il permesso per leggere le foto. Questo errore è ancora più grave se teniamo conto che qualsiasi persona puoi caricare un'applicazione su Android Market senza un grande controllo su di essa. Pertanto, nonostante il fatto che Google si riservi il diritto di eliminare qualsiasi applicazione che faccia un uso inappropriato delle immagini, la mancanza di controllo su quali applicazioni si trovano nel suo negozio rende relativamente facile l'infiltrazione di un programma dannoso.

Non ci sono dubbi su questo errore, poiché un dipendente dell'azienda di Mountain View, che ha preferito rimanere anonima, ha confermato a un medium che questo falla di sicurezza è presente nel sistema operativo. La ragione di ciò deriva dai primi dispositivi Android. A quel tempo, a facilitare il risparmio delle immagini su una carta Memoria esterna microSD, hanno deciso di non aggiungere un altro livello di sicurezza. Tuttavia, questo dipendente ha anche specificato che la soluzione di questo problema è una delle cose in sospeso nell'agenda del team di sviluppo di Google.
Anche se, ovviamente, questa notizia non è piacevole, lo è vantaggioso per gli utenti. È probabile che gli utenti con obiettivi illegali fossero già a conoscenza di questa backdoor di Android. Conoscendo questo errore, finisce lo svantaggio in cui ci siamo trovati. Ora abbiamo l'opportunità di seleziona attentamente le applicazioni che scarichiamo. È sempre bene installare solo app di cui ci fidiamo, ma se dubitiamo, diamo un'occhiata a cosa ci chiede durante il processo di installazione. Se questo ci chiede permessi che non sembrano adattarsi alle funzioni dell'applicazione, è meglio evitare questo e cercarne un altro simile di cui non dubitiamo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.