Il servizio di abbonamento YouTube senza pubblicità è dietro l'angolo

Logo di YouTubeI piani di Google per Youtube.. Nello specifico, stiamo parlando del suo servizio in abbonamento per gli utenti che consentirà loro di accedere ai contenuti in streaming senza vedere annunci pubblicitari. Il fatto è che da quanto si è appreso questa opzione è molto più vicina del previsto visto che il suo arrivo è quasi imminente.

La verità è che non molto tempo fa si sono fatte più forti e insistenti le voci sulla nuova opzione di uno dei servizi più utilizzati nella vita quotidiana dell'azienda di Mountain View, il che generalmente rende l'arrivo è vicino. Tanto che tutto suggerisce che sarà il prossimo ottobre quando Google darà il via alla sua nuova funzionalità per YouTube.

Ha anche preso forma una data precisa: il Ottobre 22, il che confermerebbe quanto detto in merito al lancio del servizio in abbonamento YouTube senza pubblicità per la fine di quel mese. Se ne è discusso poiché molti dei creatori della piattaforma di video in streaming hanno ricevuto un messaggio che specificava che ci sono nuovi termini d'uso riguardanti opzioni che arrivano dove la monetizzazione non sarà disponibile.

Copertina di YouTube

La musica sarà essenziale

Nel nuovo servizio in cui tutto indica che Google funziona, la musica avrebbe un'importanza capitale, quindi Chiave musicale di YouTube (Sembra che tra non molto cambierà nome in YouTube Red, dove il colore identificherebbe il contenuto che viene utilizzato), sarà di capitale importanza. Pertanto, l'azienda di Mountain View potrebbe competere con opzioni come Spotify o Apple Music. Ovviamente per ora non si hanno notizie del costo mensile che avrebbe il servizio, che dovrebbe essere meno di 10 euro per avere un'opzione sul mercato -e con offerte di gruppo-.

Chiave musicale di YouTube

La verità è che se l'arrivo del servizio in abbonamento senza pubblicità per YouTube è così vicino, la cosa logica è aspettare il prossimo giorno 29, nel corso di un evento in cui dovrebbe essere presentato il nuovo Nexus, Google commenta qualcosa a riguardo. Quindi forse il martedì abbiamo notizie più “fresche”, ma ciò che è certo è che il cambiamento di politica apre già le porte all'opzione di cui abbiamo discusso affinché questa piattaforma diventi realtà. Ti registrerai quando uscirà?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.