Questa app Samsung risponde per te quando guidi

Il cellulare è la causa di molti incidenti stradali in tutte le parti del mondo. Provoca disattenzione alla strada sia per rispondere a una chiamata che per rispondere a un messaggio. Ora Samsung vuole porre fine a questo. EQuesta app Samsung risponde per te quando guidi e non puoi partecipare

Secondo un recente studio commissionato da Samsung, un terzo degli olandesi usa il telefono mentre guida l'auto o va in bicicletta. Molti dicono che il motivo è la pressione sociale per rispondere a chiamate e messaggi. Come loro, milioni di persone in tutto il mondo. Solo un secondo per dire "Sto guidando" può avere un esito negativo. Nonostante il vivavoce sempre più globalizzato o il controllo delle chiamate, dei messaggi in applicazioni come WhatsApp, Telegram e simili sono ancora motivo di confusione quando siamo in viaggio

Per porre fine alle distrazioni al volante e alla necessità di rispondere a un messaggio, che nella maggior parte dei casi non è rilevantee, Samsung lavora sull'applicazione In-Traffic Reply. La nuova app consente di ridurre questa pressione sociale e inviare automaticamente risposte a chiamate e messaggi senza che il conducente si distragga.

L'app Samsung risponde per te

Applicazione si attiva automaticamente quando il proprietario del telefono inizia a guidare. Si attiva da solo grazie al rilevamento del movimento. Quando rileva che l'utente sta andando in bicicletta o guidando un'auto, tramite sensori del telefono come il GPS, l'app si attiva. Le risposte possono essere inviate per impostazione predefinita, "Sto guidando, non posso rispondere" o impostare messaggi adatti a tutti ... uno personalizzato, risposte animate o messaggi divertenti, secondo ciascuno preferisce.

Applicazione È ancora in versione beta e Samsung ci sta ancora lavorando. Al momento, centinaia di utenti hanno provato e sono interessati a come funziona e cosa consente. L'applicazione sarà disponibile per tutti da metà maggio sull'application store di Google Play.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.