Samsung Pay raggiungerà i cellulari più economici dell'azienda

Cover per Samsung Galaxy S6Samsung Pay è la nuova piattaforma di pagamento con cui Samsung vuole competere con Apple Pay e Android Pay. Sappiamo che raggiungerà gradualmente i grandi cellulari dell'azienda, il Galaxy S6, il Galaxy Note 5 e compagnia. Tuttavia, sembra che raggiungerà anche i telefoni Samsung più elementari.

Non solo ammiraglie

In generale, le nuove funzionalità che arrivano sugli smartphone atterrano sempre sui cellulari di fascia alta. Le aziende, infatti, annunciano queste novità tecnologiche proprio nelle presentazioni dei loro grandi smartphone. La cosa peggiore è che questo spesso significa che queste notizie non raggiungono mai, o quasi mai, i cellulari della gamma più elementare, o almeno impiegano molto tempo per arrivare. Questo non sarà il caso di Samsung Pay. Apparentemente, la piattaforma di pagamento di Samsung raggiungerà anche i cellulari di livello più elementare dell'azienda. Non abbiamo ulteriori dettagli su quali saranno quei "cellulari di base". Non sappiamo se si riferiscono alla fascia media, quasi alta, con cui Samsung ha, o se si riferiscono alla stragrande maggioranza dei cellulari Samsung.

Cover per Samsung Galaxy S6

NFC è richiesto

Ciò che è molto chiaro è che questi smartphone dovranno disporre della tecnologia di connettività wireless NFC. Questa tecnologia è quella utilizzata dagli smartphone per comunicare con i terminali di pagamento virtuali, poiché la maggior parte di loro dispone già di questa tecnologia. Esiste la possibilità che Samsung lancerà questa piattaforma per tutti gli smartphone dotati di NFC.

Oltre a questo, non sappiamo se Samsung voglia lanciare questa piattaforma per i cellulari che sono già stati lanciati, o se d'ora in poi la lancerà solo su quegli smartphone di fascia media o entry-level. Anche quest'ultimo non sarebbe un problema, perché in realtà la piattaforma Samsung Pay non è ancora disponibile in Europa, quindi sarà rilevante per noi solo quando questa piattaforma sarà stata lanciata definitivamente in Spagna. Dopodiché, bisognerà ancora vedere se la piattaforma viene davvero utilizzata, perché è la grande sfida che queste piattaforme di mobile payment devono affrontare, visto che, fino ad ora, nessuna era stata lanciata con l'obiettivo di diventare davvero un successo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.