Con Google Foto a pagamento, puoi trasferire le tue foto su un'altra piattaforma

passa foto google foto Non tutto è eterno in questa vita. Google, magari lasciandosi influenzare dalla strategia di altri brand del settore, cambia radicalmente uno dei suoi servizi più utilizzati dagli utenti. L'applicazione Google Foto diventa a pagamento, quindi possiamo già abituarci all'idea che non ci godremo la tua galleria come prima, anche se non dovremmo nemmeno allarmarci. Come soluzione, è possibile passa tutte le foto su Google Foto su un'altra piattaforma.

La stessa azienda californiana, sapendo che prima o poi questo potrebbe accadere, ha fornito agli utenti un metodo con cui possiamo migrare tutte le foto e i video che abbiamo archiviato sulla piattaforma di Google. In questo modo, ci consente di trasferire tutto quel contenuto in un'altra galleria o in altri servizi cloud per tenerli al sicuro. Indicheremo passo dopo passo il processo che deve essere eseguito per trasferire le nostre foto e i nostri video.

Google Foto
Google Foto
Sviluppatore: Google LLC
Prezzo: Gratis

Google Foto è a pagamento, e adesso?

Era un segreto di Pulcinella che prima o poi doveva venire. Cinque anni dopo il suo lancio ufficiale, Google ha deciso di implementarlo in tutto il servizio di archiviazione per immagini e video. Analizzando attentamente la situazione, il cambiamento non è così traumatico come potrebbe pensare il pubblico. Sebbene il suo servizio venga pagato, Google non ha implementato un divieto totale di archiviare i nostri file. D'ora in poi non è più possibile memorizzare foto e video illimitati e a costo zero, cosa che la maggior parte delle applicazioni che offrono questo servizio fa da diversi anni.

passa foto google foto

In effetti, Google continua a coprirlo Buono da 15 GB spazio di archiviazione gratuito per tutti i suoi utenti. Tuttavia, una volta raggiunto il limite, è allora che dovremo pagare per continuare a godere di più spazio nel cloud. Qualsiasi foto o video che carichiamo sull'applicazione, di qualsiasi qualità, ci dirà quando si tratta di consumare quel bonus gratuito, quindi non ci sono eccezioni per continuare a godere di una libertà illimitata. Tuttavia, tutti i contenuti che sono stati caricati fino ad oggi non contano per quel bonus e continueranno a rimanere memorizzati nella galleria senza alcun costo.

D'altra parte, non tutti gli utenti che dispongono di questo servizio saranno interessati. Ci sono infatti persone che continueranno a fruire di Google Foto in modo normale: chi possiede un dispositivo Google pixel. Tutti i modelli sono inclusi qui, da 1 a 5. Tutte le foto e i video caricati su questi dispositivi non verranno comunque conteggiati per i 15 GB di spazio di archiviazione disponibile, una misura abbastanza ben accolta da questi clienti.

Come abbiamo già detto, se vogliamo continuare a godere di questo servizio illimitato dobbiamo scommettere su uno dei diversi piani offerti da Google. Ci sono tutti i prezzi, a seconda dello spazio di archiviazione che desideriamo. Queste sono le specifiche di ogni piano per gli utenti che vogliono continuare a divertirsi Google One:

  • 100 GB: 1,99 euro al mese
  • 200 GB: 2,99 euro al mese
  • 2 TB: 9,99 euro al mese
  • 10 TB: 99,99 euro al mese
  • 20 TB: 199,99 euro al mese
  • 30 TB: 299,99 euro al mese

Come migrare le foto su un'altra piattaforma

Come si è capito, tutto questo fa parte di un piano per migliorare il servizio e limitare le enormi quantità di file che vengono caricate giornalmente da tutti gli utenti che utilizzano il servizio. Queste quantità possono saturare il tuo servizio di archiviazione, come è successo occasionalmente a determinati utenti. È vero che Google offre quel bonus di 15 GB di spazio di archiviazione cloud per ogni account Gmail creato, ma è un processo che non vale la pena praticare ogni volta che raggiungiamo il limite di spazio. Pertanto, è meglio avere tutto in un secondo servizio cloud.

  1. Accediamo alla pagina di Google asporto, un sito web pensato proprio per trasferire i diversi dati di tutti i servizi offerti dall'azienda californiana. Questa parte del processo può essere eseguita sia con il PC come con il nostro terminale Android, anche se dal cellulare sarà sempre più comodo averli più a portata di mano. passa foto google takeout
  2. Dopo aver effettuato l'accesso alla pagina con il nostro account Google, scorriamo verso il basso fino a trovare il servizio Google Foto, che in questo caso è quello che ci interessa. Prima di tutto, devi premere l'opzione "Deseleziona tutto" per lasciare selezionato Google Foto, dove verranno archiviate le nostre foto e i nostri video.
  3. Una volta selezionato il servizio, verranno sbloccate due opzioni per selezionare i nostri file. Il primo è "vari formati", che è semplicemente e chiaramente informativo per mostrare i formati in cui Google è in grado di esportare i file. Il secondo è  "Tutti gli album fotografici inclusi", che ci aiuterà a selezionare il numero di foto che vogliamo esportare, suddivise per album diversi in base alla data di pubblicazione. passa le foto agli album da asporto di google
  4. Una volta terminato, andiamo alla fine della pagina per fare clic sull'opzione "Passo successivo". Apparirà un'altra schermata per determinare il metodo di consegna, nonché la dimensione o il formato del file. Questo passaggio è molto importante, poiché nella prima opzione possiamo scegliere di inviarci il file con tutti i nostri contenuti tramite a e-mail o tramite un altro servizio nuvola come Drive, Dropbox o OneDrive, tra gli altri.
  5. Con tutto già configurato, clicca sul pulsante "Crea esportazione". Da questo momento in poi, Google comincerà a raccogliere tutti i file archiviati e ad emettere l'esportazione. A seconda del numero di album, il processo potrebbe impiegare diverse ore e talvolta giorni, quindi dovrai essere paziente fino al completamento del processo. L'ultimo passaggio sarà scaricare il file compresso insieme a tutte le nostre foto e video quando Google ci consiglia. passa foto esportazione google takeout
  6. Con quelle foto già decompresse, è il momento di scegliere il sito per trasferire le immagini da Google Foto su un'altra piattaforma che desideriamo. Se si trova in un altro servizio cloud, possiamo scegliere opzioni come Amazon Foto, Dropbox o OneDrive.

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.