Kodi: la migliore applicazione per guardare film e serie

Formalmente conosciuto come XBMCKodi è definito come un 'Media Player'. Ed è proprio così, anche se le sue possibilità vanno ben oltre quelle offerte praticamente da qualsiasi altro lettore multimediale. Il vantaggio di Kodi sta proprio nell'ottenere fonti, tramite URL, in quelle che vengono chiamate repository. Questi sono quelli che alimentano Kodi con i contenuti e ne mettono migliaia e migliaia di film, serie e altri materiali interessanti.

Basta scaricare Kodi dal Google Play Store, che è totalmente Libero, troveremo un'interfaccia semplice e sobria in inglese -che può essere cambiato in spagnolo, dalle impostazioni- con protagonista il menu di sinistra. In esso abbiamo accesso a film, serie, musica, video musicali, televisione, radio, giochi, add-on, foto e video, nonché le previsioni del tempo. C'è anche un pulsante a forma di ingranaggio che dà accesso alle impostazioni dell'applicazione e c'è anche il pulsante di ricerca per individuare più rapidamente i contenuti.

La cosa divertente è che se entriamo in una di queste sezioni non troveremo assolutamente alcun contenuto. Come mai? Perché, come abbiamo detto prima, i contenuti si ottengono attraverso il repository, che sono URL che possiamo trovare facilmente eseguendo una ricerca su Google.

Kodi
Kodi
Sviluppatore: Fondazione Kodi
Prezzo: Gratuito

Kodi è il lettore multimediale migliore e più popolare su Android, ma perché?

Kodi, di per sé, è inutile perché, come abbiamo detto, è 'vuoto'. La chiave sta in due aspetti: il primo, il supporto formato, e il secondo sono i repository a cui abbiamo fatto riferimento in precedenza. Il supporto del formato è essenziale. Kodi supporta praticamente qualsiasi formato video, audio e immagine. E l'enorme numero di repository significa che possiamo avere contenuti quasi infiniti sul nostro smartphone e su altri dispositivi dove è disponibile, come smart TV, set-top box e persino computer.

Una volta che un repository viene aggiunto a Kodi, viene automaticamente scansionato ad ogni avvio dell'applicazione. I contenuti disponibili vengono individuati e inseriti automaticamente nelle sezioni corrispondenti dell'applicazione. Se sono film, andranno nella sezione dei film, e se si tratta di musica, si inseriranno nella sezione corrispondente. Tuttavia, nel menu dei componenti aggiuntivi possiamo anche navigare attraverso ciascun repository -e app compatibili, come Netflix o YouTube- per andare direttamente alla piattaforma o alla fonte di contenuto che desideriamo.

La qualità del nostro Kodi dipende dalle fonti scelte, dai repository

La esperienza di uso di Kodi dipende dal software stesso in alcune sezioni. La categorizzazione dei contenuti è eccellente, abbiamo impostazioni per poter mettere l'interfaccia in spagnolo e c'è una vasta gamma di temi o skin che consentono di modificare completamente l'aspetto dell'applicazione. Questo, ovviamente, ci aiuta ad avere una buona esperienza con Kodi, ed è uno dei punti che lo rendono un'applicazione eccezionale.

Ma in realtà, la qualità dell'esperienza con l'app dipende da i repository. Questo è qualcosa che dipende dall'utente, a seconda del fonti di contenuto si seleziona. Avremo una maggiore o minore varietà e qualità dei contenuti a seconda del add-on che registriamo nella nostra applicazione. E ovviamente c'è qualcosa che non dipende da noi ed è il manutenzione da questi repository. La frequenza con cui vengono aggiornati, le loro prestazioni e altri aspetti che dipendono da terze parti, ma che di solito sono anche curati in modo notevole.

È legale usare Kodi per Android?

Kodi è legale. È solo uno strumento in più, ma non è un hub per l'hacking dei contenuti. La cosa illegale, come sempre, è riprodurre contenuti piratati e scaricati di cui non si è proprietari. Tuttavia, farlo dipende da ogni persona e da Kodi non incoraggiano il consumo di film o musica piratati. Pertanto, non preoccuparti di installare e utilizzare Kodi, poiché non ci saranno problemi. Se riproduci contenuti piratati, spetterà al tuo provider Internet decidere se interrompere o meno la connessione, quindi i rischi sono gli stessi di sempre. Comunque calmati. Esistono molti servizi legali per, ad esempio, guardare film classici gratuiti su Kodi.

Come installo Kodi per Android?

Qui alla Play Store tu hai il spina naturali Fondazione XBMC, il team di sviluppo di Kodi per Android. Dall'app store di Google puoi ottenere Kodi e con core, un telecomando per Kodi integrato nel tuo cellulare. L'app Kodi pesa più di 80 MB, quindi assicurati di avere spazio sul tuo telefonino. È possibile scaricare le due applicazioni dai seguenti link:

Kodi
Kodi
Sviluppatore: Fondazione Kodi
Prezzo: Gratuito

Kodi per Android

Comprensione dei menu di Kodi per Android

L'installazione è la cosa più semplice da fare, ma l'installazione richiederà alcuni passaggi aggiuntivi da parte tua. Non è troppo complicato, ma è bene capire ogni menu. Inoltre, noterai che l'applicazione mostra la sua interfaccia in formato verticale, poiché è il modo più adatto per consumare i contenuti.

Per accedere ai menu di configurazione è necessario cliccare sull'ingranaggio in alto a sinistra. Ti porterà in una nuova schermata in cui vedrai tutte le categorie a colpo d'occhio. Ti consigliamo di andare prima su Impostazioni dell'interfaccia e nel Regionale cambia la lingua in Spagnolo. Installerà rapidamente il componente aggiuntivo corrispondente (ne parleremo più avanti) e tu Kodi Sarà già in spagnolo.

Un'ultima cosa prima di andare in ogni menu è prendere in considerazione l'ingranaggio che appare in basso a sinistra in ciascuno di essi. Quando lo premi, passerai da Standard avanzato già experto. Ogni livello aumenta le Impostazioni possibili, ma in Standard ti basterà.

Kodi per i menu Android

  • Impostazioni del giocatore: Qui personalizzerai il funzionamento della riproduzione dei contenuti. Vuoi che un video venga riprodotto automaticamente dopo l'altro? Vuoi che un brano venga messo in coda quando selezionato? I DVD vengono riprodotti automaticamente? Per quanto tempo viene visualizzata ciascuna immagine? Tutto questo, qui.
  • Le impostazioni del contenuto: Questo è il sito per vedere come viene visualizzato il tuo contenuto locale. Cosa succede quando premo un video? Vengono visualizzati i metadati del brano? E la copertina?
  • Impostazioni PVR e TV in diretta: Queste impostazioni non sono rilevanti su Kodi per Android. Su altre piattaforme puoi registrare la TV in diretta usando Kodi.
  • Impostazioni del servizio: Il posto dove configurare aspetti un po' più complicati. Dal nome del dispositivo alla configurazione UPnP/DLNA, oltre al funzionamento dei server che crei. Non dovresti scherzare molto qui.
  • Impostazioni dell'interfaccia: Dal cambio della lingua al cambio della Skin, al decidere se usare uno screensaver o cos'è la schermata iniziale.
  • Impostazioni della pelle: Le skin sono temi diversi che puoi scaricare e utilizzare per cambiare l'aspetto di Kodi. Qui puoi installare nuove skin e determinarne il comportamento (animazioni, grafica, ecc.).
  • Impostazioni del profilo: Le tue impostazioni come utente. Puoi aggiungere tutti i profili che desideri se condividi il dispositivo.
  • Impostazioni di sistema: Quanti canali audio vuoi? Vuoi usare mouse e tastiera? Configurare i componenti aggiuntivi? Tutto qui.
  • Informazioni di sistema: Se per qualsiasi motivo vuoi leggere l'informativa sulla privacy, qui ce l'hai.
  • Registro eventi: Un changelog di tutto quello che stai facendo.
  • Navigatore di file: Un esploratore di file tradizionale per spostare e modificare ciò di cui hai bisogno. La sua utilità principale sta nel non dover uscire dall'app per accedere ai tuoi contenuti locali e, ad esempio, spostarli da una cartella all'altra.

Come posso configurare Kodi per Android?

Quando apri l'app, molto probabilmente hai visto l'avviso "La tua raccolta è vuota". È ora di consentire a Kodi per Android di accedere ai tuoi file per una successiva riproduzione. Posizionati scorrendo sulla categoria a sinistra che preferisci (Film, Serie, Musica...) e premi il pulsante Entra nella sezione File.

Aggiungi carattere in Kodi per Android

Ora sarai in Esplora file. L'idea è, quindi, di cercare la cartella che contiene, ad esempio, la tua musica. Tocca su Aggiungi musica... e nel nuovo menu clicca su CERCA. Dovrai accedere al percorso in cui si trova la tua musica e fare clic su Accettare una volta dentro. Una volta fatto, puoi modificare il nome che avrà quella fonte di contenuto e quindi premere Ok nell'area inferiore per aggiungerlo. Riceverai un avviso che ti chiederà di confermare il processo. Fare clic su Sì. Il processo verrà visualizzato in alto a destra e, una volta completato, avrai aggiunto il carattere.

Fai clic sulla cartella che hai aggiunto e scegli una canzone. Se funziona, congratulazioni, hai aggiunto tutto senza intoppi. Puoi continuare a navigare in Kodi per Android mentre la musica è in riproduzione. D'ora in poi, quando accedi al menu principale, la categoria musica mostrerà gli artisti, gli album, le categorie... Tutto sarà più a portata di mano.

Da qui, si tratta di ripetere questo processo in ogni categoria di Kodi, indicando dove si trova il contenuto da riprodurre. Se qualche categoria non ti interessa (ad esempio Videoclip), passaci sopra con il mouse e usa il pulsante Rimuovi questo elemento dal menu principale. Scomparirà e non ti disturberà più, permettendoti di guadagnare spazio nell'interfaccia. Dalle Impostazioni puoi recuperare le categorie se lo desideri.

Musica aggiunta in Kodi per Android

Add-on per Kodi: cosa sono e come funzionano

Una volta fatto tutto questo, sei più o meno pronto per la riproduzione video locale senza problemi. Poi arriva il turno della riproduzione in streaming, ed è qui che entrano in gioco gli add-on, il cui nome ci dà già un indizio di cosa siano. Vengono aggiunti, pezzi che vengono allegati a Kodi per Android per aumentarne le funzioni. Nel suo formato più semplice abbiamo i componenti aggiuntivi della lingua, come quello che viene scaricato per utilizzare Kodi in spagnolo. Ma sono più di questo.

Nella schermata principale di Kodi, una delle categorie a sinistra è Add-ons . Mettici sopra. Vedrai diverse categorie e anche alcune applicazioni che hai installato sul tuo telefonino. Se fai clic su un'applicazione, si aprirà. Quello che ci interessa è cliccare su Add-ons  nel menu a sinistra per iniziare a configurare tutto.

Menu aggiuntivo vuoto in Kodi per Android

Posizionati nella nuova schermata nella categoria che desideri. In questo tutorial useremo la categoria Componenti aggiuntivi video. Clicca su Entra nel browser aggiuntivo. Un lungo elenco di cartelle apparirà davanti a te, quindi è meglio essere chiari su cosa cercherai prima di arrivare qui. Tieni presente che alcuni avranno anche blocchi regionali, principalmente quelli dei canali televisivi.

Cerca, ad esempio, il componente aggiuntivo di Youtube.. Premilo nell'elenco e, nella nuova schermata, premi il pulsante installare in basso a destra. Ti riporterà all'elenco precedente e inizierà l'installazione. Vedrai il processo tramite le notifiche in alto a destra e, una volta installato, vedrai un nuovo segno di spunta accanto al nome di YouTube.

Installazione di componenti aggiuntivi su Kodi per Android

Ora torna alla schermata principale dei componenti aggiuntivi e vedrai che quella di Youtube. che hai appena installato. Premilo e configurazione completa della lingua. Nella nuova schermata vedrai cartelle che corrispondono alle categorie di YouTube, uno per Login incluso. Se andiamo alle tendenze, possiamo premere un video per riprodurlo all'istante. Attendi qualche secondo e vedrai come funziona all'interno di Kodi. Nella cartella Configurazione puoi scegliere più opzioni, come la qualità di riproduzione, riprodurre solo l'audio, le impostazioni dei sottotitoli, la rimozione automatica da See Later...

Visto uno, visto tutto. Tutti i componenti aggiuntivi vengono installati seguendo questo metodo e più o meno tutti adotteranno un'interfaccia simile. Idealmente, dovresti cercare i principali servizi di streaming, in modo da poterli riprodurre senza problemi all'interno di Kodi.

Kodi per add-on Android installato

Repository: come trovare ancora più componenti aggiuntivi

Seguendo i passaggi della categoria precedente, hai senza dubbio visto che ci sono un sacco di componenti aggiuntivi tra cui scegliere, abbastanza da farti perdere. Ma cosa succede se vuoi di più? La risposta sono i repository. Sono raccolte di componenti aggiuntivi selezionati da terze parti e che non dipendono da Kodi. Uno dei più popolari è SuperRepo, e forse è l'unico che devi installare se vuoi un extra. Puoi installarne altri, sì, ma evita quei repository Kodi per sicurezza.

Vai al Impostazioni Kodi ed entra Browser dei file. Scegliere Aggiungi fonte nella memoria interna o nella memoria SD e fare clic su  sul nuovo schermo. Digita http://srp.nu e premi Ok. Dagli un nome Superrepo nella schermata successiva e premere Ok. Torna alla categoria di Add-ons  e clicca sull'icona in alto a sinistra, la prima, quella a forma di riquadro aperto. È il menu di Esplora componenti aggiuntivi.

Esplora componenti aggiuntivi in ​​Kodi per Android

Nel nuovo menu, clicca su Installa da un file .zip e, nell'avviso, cliccare su impostazioni. Attiva il Origini sconosciute per abilitare l'installazione di componenti aggiuntivi di terze parti. Premi indietro e premi di nuovo Installa da un file .zip. Ora vedrai un elenco, incluso il file SuperRepo. Apparirà sotto il nome che gli dai quando lo scarichi da Explorer. Premilo e seleziona la cartella per la tua versione di Kodi. Quando si installa l'ultima versione, al momento è la cartella krypton. Entra e clicca su repository e poi in superrepo. C'è il file zip da installare. Selezionalo e premi Ok.

Al termine del processo, riceverai un avviso in alto a destra. Ora seleziona in Esplora componenti aggiuntivi l'opzione per Installa dal repository. Scegliere Repository SuperRepo e poi entra Deposito aggiuntivo. selezionare SuperRepo Tutto e installarlo. Torna al menu Installa dal repository e vedrai una nuova cartella chiamata SuperRepo Tutto dove saranno tutti i componenti aggiuntivi di questo repository, pronti per l'installazione e l'utilizzo.

SuperRepo su Kodi per Android

Come trovare i migliori componenti aggiuntivi di Kodi per Android

Se nella schermata principale vai nella categoria di Add-ons Vedrai che questo menu ha le sue categorie nell'area superiore. L'ultima opzione è Cerca, ed è quello che ti permetterà di trovare facilmente e direttamente i componenti aggiuntivi che stai cercando. È il metodo più semplice se sai cosa stai cercando. Inoltre, sul suo sito web, Kodi fornisce selezione di componenti aggiuntivi legali ordinati per categorie ed è molto più facile da usare. Puoi anche esplorare il Wiki di Kodi per categorie.

Come usare Kodi con Chromecast

Kodi per Android vacilla su una cosa: nessuna integrazione Chromecast. L'unica cosa che manca allo streaming dei nostri contenuti è cucire e cantare. Tuttavia, ci sono modi per trasmettere contenuti a Chromecast con Kodi:

  • Usa Google Home: Utilizzando lo schermo Cast integrato e l'opzione audio su Chromecast dall'app Google Home, puoi trasmettere senza problemi contenuti da Kodi. Non è un'opzione ottimale, poiché dipende dalla potenza del tuo dispositivo e ti costringerà ad accendere lo schermo. Tuttavia, se hai un vecchio cellulare da dedicare solo all'utilizzo di Kodi per Android, è un'opzione da considerare.
  • Usa LocalCast per Chromectas: Con questa app gratuita dal Play Store puoi utilizzare un paio di scorciatoie per utilizzare Kodi con Chromecast. L'idea è quella di scaricare un file xml da incollare nella cartella Kodi per Android e fare in modo che questa app si avvii contemporaneamente a Kodi, integrandola così con Chromecast. La cosa migliore è farlo da un computer e collegare il cellulare tramite USB. Questi sono i passaggi:
  1. Scarico LocalCast dal Play Store sul tuo telefonino.
    LocalCast per la TV
    LocalCast per la TV
    Sviluppatore: Stefan Pledl
    Prezzo: Gratuito
  2. Scarica il file playercorefactory.xml da questo link.
  3. Copia il file xml nel percorso Android > Data > org.xbmc.kodi > files > .kodi > userdata del tuo cellulare.
  4. Assicurati di aprire l'app LocalCast una volta e verifica che funzioni correttamente.

La prossima volta che apri Kodi e riproduci un file, dovrebbe saltare LocalCast allo stesso tempo. Seleziona il tuo Chromecast e inizierà la riproduzione sulla tua TV.

categoria di video in Kodi per Android

Altri dettagli di Kodi per Android

  • Nella home, se si fa clic sul quattro pulsante in alto a sinistra che appare durante la riproduzione del contenuto, lo schermo cambierà in un lettore a schermo intero. Se premi una volta, lo schermo diventerà nero, cosa che ti consentirà di risparmiare batteria sugli schermi OLED.
  • Per accedere alla playlist, entra nella categoria corrispondente e clicca sul pulsante. Opzioni in basso a sinistra. Vedrai l'opzione Vai alla playlist.
  • In caso di dubbio, ci sono molte community online dedicate agli add-on, che sono considerati la linfa vitale di Kodi. Ad esempio, questo è il comunità di reddit.
  • Puoi aggiungere componenti aggiuntivi e contenuti ai preferiti. Così li avrai a portata di mano nel menu dei preferiti della casa.
  • L'applicazione Kore è utile da utilizzare come telecomando Kodi installato su altri dispositivi, come la tua TV Android.
  • PureVPN offre una VPN dedicata a Kodi. È una delle opzioni più popolari sul mercato.
  • Stiamo parlando di un prodotto con molte opzioni. Se mai "rompi" qualcosa, non preoccuparti, è facile ripristinare Kodi al suo stato iniziale.
  • Sebbene non li abbiamo menzionati molto, ci sono funzioni per guardare la TV. Ad esempio, puoi guardare i canali DTT con Kodi.

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.