I creatori di Fortnite resistono al Play Store con il proprio negozio

giochi epiciLa guerra aperta tra Epic Games e Google a causa delle polemiche generate intorno alla mancata pubblicazione del gioco Fortnite nel bazar del Play Store. Le trattative tra le due società sui vantaggi da condividere con il gioco del momento, non sono andate a buon fine ed Epic Games ha deciso di configurarlo in proprio per non dipendere dallo store di applicazioni Android.

Ora, il creatore di francobolli famosi come Ingranaggi di guerra, Unreal o Fortnite stesso, fa un ulteriore passo avanti, annunciando il lancio del proprio negozio di giochi Android, che avrà nuove versioni dal 2019. È il modo in cui ha Gioco epicoSta rispondendo al suo disaccordo con Google e spera che trascini molti sviluppatori nel suo nuovo bazar.

E lo farà nel modo in cui va il mondo, con denaro contante. Epico vuole che gli sviluppatori portino i loro giochi nel nuovo Negozio di giochi epici, traggono maggiori vantaggi rispetto a quelli che Android e persino Apple concedono oggi. Ciò significa che l'88% delle entrate generate da un gioco andrà al suo creatore, questo è il 12% in più di quello che offre Google nel suo Play Store. Non sappiamo se sarà una minaccia sufficiente per Google per contrastare l'offerta, ma potrebbe, almeno inizialmente, attirare l'attenzione di una buona manciata di sviluppatori.

false app Fortnite

Non è mai stato facile combattere Google con un bazar alternativo, non importa quante risorse vengono messe nel tentativo. È il caso di Amazon con il proprio Amazon AppStore o del famoso store alternativo Aptoide. Entrambi hanno il loro pubblico e in essi puoi trovare cose che Google non ha, ma la padella dal manico dell'app preinstallata su un terminale Android, il Mountain View ce l'ha ancora.

Sebbene Epic Games y Google non stanno attraversando il loro momento migliore, Epic non ha completamente escluso Google come luogo di nascita di nessuna delle sue anteprime. È il caso di Battle Breakers, un gioco di azione e avventura del genere RPG che attualmente ha una procedura di pre-registrazione aperta in Google Play. È vero che è l'unico progetto che Epic ha in sospeso con Google. 

Vedremo cosa succede e fino a che punto Epic Games è in grado di spingersi con la sua crociata anti-Google. Ciò che è chiaro è che Fortnite avrebbe battuto, con ogni probabilità, i record di Google Play se fosse stato presentato in anteprima nel suddetto bazar. Tuttavia, ci piace vedere emergere la concorrenza per cercare di strappare il monopolio ai giganti del settore. Vedremo se Epic riuscirà a destabilizzare Google o se diventerà un'altra zanzara poco importante.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.