Google Assistant non arriverà in spagnolo fino al 2018

Sembra quasi uno scherzo. Google Assistant, il grande assistente intelligente di Google che stava per rivaleggiare con Siri, e che è stato presentato l'anno scorso, non arriverà in spagnolo, almeno, fino al prossimo anno. Ciò è confermato ufficialmente dall'azienda attraverso un comunicato in cui si afferma che i telefoni cellulari con Android 6.0 Marshmallow riceveranno l'assistente, anche se solo in poche lingue.

Da Android 6.0 Marshmallow

L'esclusiva che Google Pixel aveva con questo assistente intelligente è finita. Finora solo gli ultimi telefoni Google avevano Google Assistant, ma la verità è che sembrava chiaro che presto avrebbe raggiunto più smartphone, a cominciare dal resto della gamma Nexus. Tuttavia, il processo sarà molto più veloce e non riguarderà solo il Nexus, ma un'intera gamma di cellulari riceverà già Google Assistant purché disponga di Android 6.0 Marshmallow o anche di una versione successiva del sistema operativo come i servizi di Google Play. Ciò include già un buon numero di smartphone. Infatti, al Mobile World Congress 2017, Google presenterà smartphone di diversi produttori, come Sony, LG, HTC e Samsung, che già eseguiranno Google Assistant.

Assistente Google Mobile

Ma non in spagnolo

Tuttavia, il problema è che la piattaforma non sarà ancora disponibile in spagnolo. Può essere installato da tutti gli utenti che parlano inglese o tedesco in alcuni paesi, tra cui Stati Uniti, Regno Unito e Germania, purché gli smartphone soddisfino i requisiti di cui sopra. Ma se parli spagnolo, dimenticalo. E la cosa peggiore è che secondo Google, dal prossimo anno arriveranno nuove lingue per questa piattaforma. Ciò significa che l'assistente intelligente in spagnolo non arriverà fino al 2018. Possiamo pensare che nel 2018 arriverà in spagnolo, poiché questa dovrebbe essere una delle prime lingue in cui dovrebbe essere disponibile la piattaforma, essendo la seconda lingua più parlata al mondo. Anche così, il 2018 è una data lontana, e di più se consideriamo che i Google Pixel sono stati lanciati con questo assistente intelligente l'anno scorso.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento

  1.   Israele Garcia suddetto

    Per fortuna Google non è come la NASA e non si dedica alla realizzazione di razzi, altrimenti non sapremmo ancora di che pasta è fatta la luna... che peccato e che delusione... un anno circa per fare lo spagnolo? Forse Trump ha qualcosa da vedere... quanto odia gli ispanici