Google Maps migliora la posizione al chiuso con un'app

L'utilizzo di Google Maps come GPS, o più precisamente come mappa e guida, è cosa ben nota a tutti. In effetti, chi non ha mai utilizzato Google Maps per trovare dove si trova una strada o uno stabilimento specifico? Tuttavia, ha ancora un tallone d'Achille molto grande, il aree interne e copertecome edifici e centri commerciali. A novembre hanno lanciato un'applicazione che permetteva di caricare mappe di aree interne. Ora ne lanciano uno nuovo per migliorare la localizzazione nelle aree coperte, chiamato Strumento per le planimetrie di Google Maps.

Sì per ora disponibile solo negli Stati Uniti, qualcosa che non accade nel posizione delle infezioni da COVID-19. Sebbene come accaduto con quello che ha permesso di caricare le mappe dei locali e degli stabilimenti chiusi, si prevede che non ci vorrà molto per raggiungere il resto del mondo.

Strumento per le planimetrie di Google Maps

Il problema della localizzazione indoor è la difficoltà dell'ingresso dell'onda satellitare in determinati recinti e luoghi. Tuttavia, non è l'unico modo per individuare la nostra posizione. Ad esempio, triangolando con il segnale mobile, si ottiene una precisione maggiore rispetto al solo GPS. Bene, quello che Google sta cercando ora è fare a meno del segnale GPSpoiché è molto debole all'interno, e usa tutti gli altri segnali presente in quella particolare posizione, che include i punti WiFi, antenne per telecomunicazioni GSM e 3G, e anche tutto ciò che trasmette, come le stazioni meteorologiche.

Così, il lavoro di Strumento per le planimetrie di Google Maps, consiste nell'individuare la posizione degli emettitori di questi segnali in luoghi chiusi o coperti che dispongono già di una mappa caricata da un utente. L'applicazione guida la persona che porta lo smartphone in giro per l'intero locale, individuare ciascuno dei segni che li rileva e li associa anche all'impianto corrispondente.

In effetti, la cosa migliore è che, se abbiamo caricato i piani di piante varie dello stesso luogo, e dopo aver contrassegnato i luoghi che questa applicazione ci ha chiesto, Google Maps sarà in grado di riconoscere la pianta in cui ci troviamo e ci mostra il piano ad esso corrispondente. L'applicazione è ora disponibile in Google Play, ma sì, al momento disponibile solo per i cittadini statunitensi e in inglese.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.