Google migliora la sicurezza dei file apk dal Play Store

Play Store Black Friday 2018Google continua ad adottare misure per migliorare la sicurezza delle applicazioni provenienti dal proprio store. D'ora in poi sarà più facile individuarne l'origine.

Google migliora la sicurezza dei file apk per i download nei territori emergenti

Google devi prendere in considerazione molte varianti quando offri il tuo file apk tramite l'App Store. Uno di questi fattori è il fatto che nei territori emergenti il ​​costo dei dati mobili è elevato e l'accesso a Internet stabile è scarso. Pertanto, devi cercare metodi alternativi per convincerli a ottenere le app che desiderano senza alcun tipo di problema.

Il metodo a cui Google è venuto perché era un Distribuzione P2P, come download torrent. Era un modo per alleggerire i download e per consentire a tutti gli utenti di beneficiare l'uno dell'altro. Tuttavia, questo a sua volta ha reso i download meno sicuri, cosa che l'azienda ha deciso di risolvere.

Google migliora la sicurezza dei file apk

E qual è stato il metodo scelto? Il concetto è semplicemente imposta chiaramente l'origine di un file apk. Se proveniva dal Play Store, dovevi identificarlo come tale e il modo più semplice era inserire un nuovo metadati. E perché è importante? Perché permette di verificare un file apk anche se il cellulare non è connesso a internet. Il file può essere installato sul cellulare senza problemi e, una volta stabilita una connessione internet, può essere aggiornato come qualsiasi altra applicazione.

Per dirla in altro modo: invece di considerare questi file come qualsiasi apk che richiede l'attivazione di fonti sconosciute per essere installato, il file apk funziona come se fosse installato direttamente dal Play Store, anche se non riesci a connetterti in quel momento. Un modo per impedire agli utenti di Android mettersi a rischio.

Per garantire una corretta distribuzione di questo nuovo metodo di sicurezza, tutte le modifiche verranno apportate dal lato di Google chi sarà incaricato di verificare i file. Gli sviluppatori non dovranno dedicarci tempo o preoccuparsi di questi cambiamenti. Inoltre, poiché Google Hanno anche leggermente aumentato la dimensione massima che un file apk può occupare per garantire che questi nuovi metadati non interferiscano con i pesi già impostati. L'azienda ha assicurato che questo è un cambiamento che, di fronte alle persone che usano Android, non mostrarlo nemmeno.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.