Vuoi che il tuo cellulare vibri in modo diverso per le notifiche di app diverse? Ti spieghiamo come

È possibile che in qualche occasione il tuo telefono abbia vibrato e quando si sblocca il terminale non si trova nessuna notifica. Può anche darsi che tu abbia il terminale in silenzio sul tavolo e quando lo accendi dopo un po' ti ritrovi con chiamate o messaggi persi. Se vuoi gestire al meglio il vibrazione su Android, ti diamo alcune chiavi.

Per risolvere questo problema abbiamo trovato una serie di applicazioni molto interessanti che permettono di gestire le vibrazioni del telefono anche da contatti, in modo tale che solo con la vibrazione del tuo terminale e senza dover guardare il telefono, tu possa identificare chi ti sta chiamando.

Queste applicazioni consentono anche di gestire le notifiche delle applicazioni installate nel terminale, in modo che con questo sia anche possibile identificare quando si ha una notifica in Facebook, una menzione in Twitter o un messaggio in WhatsApp o su Telegramma semplicemente sentendo il tremito del tuo dispositivo Android.

Ma partiamo dalle basi. Come gestiamo nativamente la vibrazione del tuo telefono o tablet su Android?

Come mettere la modalità vibrazione su Android

Tocca un pulsante hardware per il volumen e una volta visualizzate le barre del volume, fare clic su impostazioni, e lì puoi attivare la modalità vibrazione.

Nel caso in cui il tuo telefono abbia Android 8.1 o superiore, dovrai fare lo stesso: premi un pulsante hardware per il volume e lascia il suono del telefono a 0. Vedrai che il penultimo passaggio prima che il telefono venga silenziato è proprio il modalità di vibrazione terminale.

Come gestire in profondità le vibrazioni su Android per contatti o app

Per questo abbiamo trovato queste tre applicazioni: Notificatore di buona vibrazione, vibrazione di contatto e vibrazione.

Contatto Vibrazione
Contatto Vibrazione
Sviluppatore: acdroid
Prezzo: Gratis
Notificatore di vibrazioni
Notificatore di vibrazioni
Sviluppatore: j4velin
Prezzo: Gratis

In essi è possibile gestire diversi tipi di vibrazione, e anche gli intervalli in essi, la loro intensità e la loro durata sia per i contatti quando si ricevono telefonate, sia per le applicazioni. Pertanto, devi gestire Autorizzazioni per accedere alle notifiche queste applicazioni, utili, versatili e ampiamente utilizzate tra gli utenti di Android proprio con questo obiettivo. Inoltre, sono semplici da usare.

Good Vibrate, un'app per gestire le vibrazioni su Android

Good Vibrate, forse l'opzione migliore quando si tratta di gestire le vibrazioni su Android, è in spagnolo e il suo interfaccia utente è semplice ed intuitivo. Inoltre, queste applicazioni consentono di gestire il motore di vibrazione su Android senza la necessità di eseguire il root o il flash del telefono in qualsiasi momento.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.