Nexus 5X e Nexus 6P non supportano Quick Charge 2.0

Nexus 6P HomeI nuovi Nexus di Google sono ottimi smartphone. Se non fosse per il prezzo che avranno all'arrivo in Spagna, sarebbero chiaramente consigliati come smartphone con un buon rapporto qualità/prezzo. Tuttavia, ora possiamo non solo criticare il loro prezzo, ma anche qualcosa che ha a che fare con la batteria, non sono compatibili con la tecnologia Quick Charge 2.0 di Qualcomm.

Qualcomm Quick Charge 2.0

Quasi tutti gli smartphone con processore Qualcomm di fascia media o alta lanciati quest'anno sono dotati della tecnologia Quick Charge 2.0, grazie alla quale è possibile caricare la batteria dello smartphone in brevissimo tempo. Tuttavia, nonostante entrambi i Nexus abbiano processori Qualcomm, nessuno dei due è compatibile con Quick Charge 2.0, né Quick Charge 3.0.

Nexus 5X

Per questo motivo, se disponi di un caricabatterie compatibile con la tecnologia Quick Charge 2.0 o Quick Charge 3.0, è molto probabile che non sia compatibile con il Nexus. E quando diciamo che non sarà compatibile, significa che sarà in grado di caricare la batteria del cellulare, ma come qualsiasi caricabatterie standard, non ad alta velocità.

Allo stesso tempo, dobbiamo anche dire che sia il Nexus 5X che il Nexus 6P hanno una ricarica rapida, solo che non sarà con la tecnologia Quick Charge di Qualcomm. Tuttavia, è una ricarica rapida di fascia alta. Certo, per questo sarà necessario avere il caricabatterie ufficiale di Google, che differisce anche da tutti gli altri perché è da 15 W: 5 V e 3 A.

Cioè, non sarà un grosso problema per gli utenti che acquistano un Nexus 5X o un Nexus 6P. Ma sarà scomodo. Non potranno utilizzare altri caricabatterie per caricare rapidamente la batteria, anche se dispongono di un cavo USB di tipo C. Ciò significa che dovranno acquistare un caricabatterie aggiuntivo se vogliono portarlo al lavoro, ad esempio. Un piccolo problema, che non sarà rilevante al momento dell'acquisto o meno dello smartphone, ma che gli utenti del Nexus 5X e Nexus 6P dovrebbero tenere in considerazione.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.