Zara, Pull & Bear, Berskha, avranno la loro app per effettuare pagamenti mobili nei negozi

Samsung Pay CoverInditex ha annunciato i suoi piani per i pagamenti nei negozi dai telefoni cellulari per comprare vestiti dalle loro app. Potremo andare nei loro negozi, e pagare con il loro cellulare, e non sarà attraverso le piattaforme di pagamento già disponibili, ma attraverso la propria piattaforma di pagamento, integrata in ciascuna delle loro app, e anche in un'app indipendente chiamata InWallet .

InWallet

Il gruppo Inditex, che comprende catene di negozi come Zara, Pull & Bear o Bershka, tra gli altri, avrà una propria piattaforma di pagamento. Invece di integrare correttamente altre piattaforme, hanno deciso di scommettere sulla propria piattaforma di pagamento che si chiamerà InWallet. Questa piattaforma, oltre ad avere una propria applicazione, sarà integrata in ciascuna delle app in ciascuno dei negozi del gruppo. Possiamo scegliere i vestiti da acquistare, pagarli e poi sullo schermo verrà generato un codice QR. Alla cassa, assumiamo che i capi scelti verranno rivisti e verrà letto il codice QR, e poi potremo partire. In questo modo non sarebbe necessario disporre di NFC o Bluetooth, né di alcuna tecnologia wireless o speciale. Le carte di credito o di debito dovranno essere registrate sulla piattaforma.

Samsung Pay Cover

Più frammentazione

Sebbene InWallet abbia una caratteristica importante, che è quella di fornire un'altra opzione per pagare senza dover avere NFC o qualcosa del genere, la verità è che espande un problema che sarà notevole, che è quello della frammentazione su queste piattaforme. Sono sempre di più, e di tipo diverso. Gli utenti non si abitueranno rapidamente a questi pagamenti con così tante piattaforme. Forse con uno come InWallet, del gruppo Inditex, ci sarà successo, visto che sono così grandi, ma questo costringe altri gruppi a optare per opzioni simili, senza molto successo. Vedremo come rivaleggia con Android Pay e Samsung Pay.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.